CONTRATTACCO — 10 settembre 2012
SCONTRINI E FATTURE, QUESTI SCONOSCIUTI.

In un qualsisasi negozio non vi rilasciano lo scontrino? (Voi però le tasse le pagate!) C’è il 117, numero diretto con la GUardia di Finanza.

La ricevuta fiscale è soltanto una figura retorica? Chiama il 117.

Il dentista, l’idraulico, il carrozziere o l’avvocato vi propongono uno sconto se non richiedete regolare fattura per la prestazione svolta? La risposta è sempre il 117.

Istituito nel 1996, anche al fine di migliorare i rapporti fra contribuente e fisco, questo numero di pubblica utilità permette di entrare in contatto diretto con le “sale operative” presenti in tutte le province del territorio nazionale, per segnalare infrazioni e/o irregolarità e chiedere, eventualmente, l’intervento di una pattuglia.

In merito alle violazioni amministrative, quali il mancato rilascio dello scontrino o della ricevuta fiscale, si potrà procedere alla immediata verbalizzazione dell’illecito una volta giunta la pattuglia sul posto. Se non sarà possibile attendere la pattuglia, o se il segnalante è impossibilitato ad attendere, verranno acquisite tutte le informazioni necessarie e il segnalante sarà invitato a presentarsi presso il Reparto del Corpo più vicino per la necessaria formalizzazione.

Al “117” possono, comunque, essere effettuate segnalazioni relative a tutti i settori di competenza operativa della Guardia di Finanza quali, ad esempio stupefacenti, contraffazione di prodotti o monete e banconote, violazioni doganali, accise (ex imposte di fabbricazione) e frodi comunitarie.

Cosa importantissima è che le segnalazioni anonime non avranno luogo a procedere (PURTROPPO), quindi non abbiate paura. Fatevi avanti e solo così potremmo metter fine a questa ODIOSA consuetudine di chiudere un occhio davanti agli evasori! (Pertanto, condizione imprescindibile è che il segnalante fornisca i propri dati anagrafici, che saranno trattati nel rispetto della normativa sulla Privacy)

Ci sono, poi per fortuna, ulteriori e nuovi modi per smascherare i “furbetti” del fisco,  delle vere e proprie applicazioni disponibili per tutti i tipi di smartphone (come, ad esmpio, tassali.it), o altrimenti facilmente ricercabili sul web (evasori.info, tra gli altri portali), dove è possibile in forma anonima segnalare tutti gli evasori sia di grandi cifre, e sia per un semplice caffè al bar.

 

Related Articles

Share

(0) Commenti

Lascia un commento