NOTIZIE UTILI — 03 giugno 2012
PROCACCIAVANO CONTRATTI FALSI PER SORGENIA: IN TRE A PROCESSO A NAPOLI

1° giugno. Sono comparsi oggi alla sbarra i responsabili di una truffa che tra il 2009 ed il 2010 ha trasferito ignari consumatori napoletani da Enel ad un’altra società elettrica, senza che loro ne sapessero nulla e senza che ovviamente avessero mai sottoscritto i relativi verbali.
L. M. di 30 anni ed M. P. di 38, i due procacciatori di contratti Sorgenia a processo assieme ad E. B., una trentenne impiegata dell’agenzia per la quale lavoravano che materialmente inseriva nei sistemi informatici i dati dei clienti. La società elettrica, va detto, risulta estranea alla truffa così come la società “F&A Project” di Villaricca per la quale i tre imputati lavoravano.

Il meccanismo era semplice, ed è purtroppo ben noto a tanti consumatori che si trovano a subire passaggi da una compagnia (elettrica o telefonica) ad un’altra senza volerlo. Il procacciatore in qualche modo si procurava i dati del titolare dell’utenza, quindi compilava il modulo di adesione al contratto per la fornitura di energia elettrica, nonché il modulo di “Garanzia di qualità dell’offerta commerciale” ed apponeva una firma falsa; a quel punto il gioco era fatto, e l’utente, dopo qualche mese senza ricevere più la bolletta Enel, si vedeva recapitare fatture della nuova compagnia elettrica, generalmente più elevate perché Sorgenia opera nel libero mercato mentre gli utenti erano clienti di Enel Servizio Elettrico che invece opera nel mercato protetto, con prezzi amministrati dall’Autorità per l’Energia Elettrica. Danno doppio per gli utenti perché si tratta di utenze commerciali che una volta lasciato il mercato amministrato per quello libero non possono più farvi rientro. (da ilmediano.it)

Related Articles

Share

(0) Commenti

Lascia un commento