CONTRATTACCO — 26 giugno 2012
SOS TURISMO

Andate bene le vacanze? Questo è il momento di fare bilanci, il caldo sta svenendo e si porta via ricordi belli e brutti, purtroppo per qualcuno, anche a causa di qualche spiacevole “problemino”nella pianificazione o durante la villeggiatura. Ora incastrati dietro le nostre scrivanie (o comunque sul posto di lavoro) dobbiamo valutare attentamente se e come comportarci.

Cerchiamo ti fornirti, qui di seguito, un po’ d’informazioni utili.

Ti hanno cancellato il volo puoi ottenere dalla compagnia aerea il rimborso del biglietto ed il risarcimento per il danno subito. Hai diritto all’intero rimborso del prezzo del biglietto, un’equa compensazione e al risarcimento danni. Se il volo è inserito in un pacchetto risponde direttamente il tour operator. In caso di ritardo superiore a due, invece, il passeggero ha diritto di ottenere dalla compagnia aerea la dovuta assistenza oltre al risarcimento per ogni eventuale danno subito. Se il volo fa parte di un pacchetto turistico è responsabilità del tour operator.

Cataloghi, depliant e opuscoli informativi. Tutte le informazioni riportate, sullo specifico viaggio (/pacchetto turistico), sono vincolanti per il tour operator. Lo sapevi? Infatti, stando al nuovissimo Codice del Turismo, tutte le eventuali difformità riscontrate durante la vacanza danno diritto al turista di ottenere un risarcimento per il danno subito. Scopo, evidente (e sacrosanto direte voi) del legislatore è quello di tutelare la vacanza come momento di relax agognato, meritato e sudato. E come tale va garantito.

Danni (ci auguriamo solo eventuali) a persone o cose. Forse non sempre è ben chiaro che l’organizzatore del viaggio risponde contrattualmente di tutti gli eventi dannosi subiti dal turista durante la vacanza purché avvenga in conseguenza di una non adeguata organizzazione (e quindi di un inadempimento).

Addio bagaglio? Non disperare, presentando denuncia di smarrimento presso l’ufficio oggetti smarriti dell’aeroporto (lost and found) e conservando tutti i documenti del caso (biglietto aereo, talloncino adesivo identificativo del bagaglio e ricevute di tutto ciò che è stato acquistato in conseguenza di tale smarrimento) potrai ottenere il risarcimento direttamente dalla compagnia aerea.

Come avresti dovuto scegliere la meta. A seconda dei gusti e delle esigenze, certo. Però occhio alle destinazioni, infatti, troppo spesso prenotiamo in Paesi, o realtà geografiche, di cui non conosciamo la situazione sociopolitica. Non vogliamo sostenere che decidere dove andarsi a rilassare sia una scelta difficile, ma sicuramente deve essere frutto di una riflessione oculata. A sostegno della nostra teoria, comunque frutto di anni di esperienza al fianco di viaggiatori sfortunati, l’impegno del Ministero degli Affari Esteri che con “Viaggiare Sicuri” informa, con aggiornamenti settimanali, sulla reale situazione di sicurezza del Paesi esteri. Prima di effettuare qualunque prenotazione, perciò, visita il sito viaggiaresicuri.it (anche cliccando sul banner in home page).

Ora che sai come difenderti vai alla sezione modulistica e fai sentire la tua voce.


Related Articles

Share

(0) Commenti

Lascia un commento